www.rolandofustos.it | armi, guerra, suono, acustica
armi, guerra, suono, acustica, pressione , stanchezza, vertigini,
828
single,single-post,postid-828,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.2.3,paspartu_enabled,menu-animation-underline,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
10-imagesonic-weapon

LA GUERRA SUBDOLA

Le armi sonore e ultrasoniche (USW) sono armi di vario tipo che sfruttano il suono per ferire, neutralizzare o uccidere un nemico. Alcune di queste sono attualmente in uso o in fase di studio e sviluppo da parte di forze militari e di polizia. Sono state descritte come granate o proiettili sonori, mine acustiche o cannoni sonori. Per lo più  generano un fascio concentrato di suono.

Esistono diverse armi sonore ad alta potenza (SW) che utilizzano onde acustiche come infrasuoni, ultrasuoni ma anche toni udibili. Poiché sono armi che dirigono il suono su un bersaglio, e il suono è energia, possono essere considerati generatori di energia acustica.

Queste armi producono sia effetti psicologici che fisici. Esse comprendono dispositivi altamente direzionali che possono trasmettere suoni dolorosi per l’orecchio di un individuo anche a grandi distanze e generatori a infrarossi che possono sparare proiettili acustici a centinaia di metri causando un danno severo al bersaglio.

I generatori di infrasuoni possono evocare emozioni negative come paura, ansia o depressione, nonché sintomi biologici come nausea, vomito, danno dell’organo uditivo, ustioni o morte, a seconda della frequenza e del livello di potenza. Ogni suono comincia a diventare fisicamente doloroso a circa 120 dB, ma anche a livelli più bassi può causare disagio. Sopra i 130 dB diventa insopportabile.

Sia gli infrasuoni come gli ultrasuoni sono in grado di fare entrare in risonanza parti del nostro organismo. La risonanza può essere indotta elettromagneticamente da un generatore di impulsi ad infrasuoni, che può creare un legame, per esempio, con gli organi interni di una persona. Se il livello di potenza è moderato, la persona può provare dolore nell’area del torace. Un aumento del livello di potenza può danneggiare irreparabilmente gli organi interni.

I generatori ad infrarossi e ultrasuoni, chiamati anche emettitori e modulatori VLF, sono armi nate negli anni ’60, costituite da una antenna direzionale che può proiettare a distanza impulsi acustici. Nel 1972 la Francia usava generatori a infrarossi che funzionavano a 7 Hz per utilizzarli sulla popolazione civile.

E nel 1973 la Squawk Box è stata utilizzata dall’esercito britannico in Irlanda del Nord. Si tratta di un’arma direzionale che, puntata sull’obiettivo, produce un danno acustico inviando ultrasuoni di circa 16 kHz.

Nei primi anni ’90 la Russia aveva sviluppato un modulatore VLF da 10 Hz in grado di colpire individui a centinaia di metri di distanza, causando loro dolore, nausea e vomito. Era amplificabile fino ai livelli letali tanto da generare modifiche nelle frequenze cerebrali e causare gravi alterazioni nella chimica del cervello.

Gli infrasuoni hanno la possibilità di percorrere grandi distanze e attraversare facilmente la maggior parte degli edifici e dei veicoli. Normalmente colpiscono le orecchie, ma a livelli di potenza elevata possono essere percepiti con il corpo causando una sensazione di forte vibrazione.

A una intensità tra i 100 e i 140 decibel gli infrasuoni provocano una serie di sintomi biologici a seconda della frequenza e del livello di potenza. Inevitabilmente, maggiore è il livello di potenza, maggiore è il danno. Gli effetti includono: stanchezza, pressione alle orecchie, sfocatura visiva, sonnolenza, squilibrio, disorientamento, vibrazione degli organi interni, dolori intestinali severi, nausea e vomito. I livelli di potenza più elevati possono liquefare le viscere e mettere in risonanza gli organi interni fino a causare la morte. Ad intensità inferiori possono causare: perdita di concentrazione, apatia, tristezza, depressione, paura, ansia e attacchi di panico. “Questo effetto”, ha detto John Alexander nel suo articolo del dicembre 1980, The New Mental Battlefield , “può essere usato per indurre depressione o irritabilità in una popolazione bersaglio”.

Gli ultrasuoni sono caratterizzati da frequenze al di sopra dei 20 kHz. Alcune balene e dei delfini li usano sia per rilevare la loro preda sia come arma per stordirla.

Le armi ad ultrasuoni producono vari effetti a seconda del livello di potenza e della frequenza. Molti sono gli stessi di quelli prodotti da infrasuoni, ma in più possono provocare riscaldamento e ustioni. A seconda della intensità si va da: solletico nella bocca/naso, fastidio, riscaldamento della pelle, nausea, dolori addominali e vomito, fino a ustioni e aumento della temperatura del corpo, anche letale. ”Sulla testa, le ossa del cranio messe in risonanza hanno provocato allucinazioni acustiche”, ha rivelato la Federazione degli Scienziati Americani in un articolo del 1997, Armi Non-letali per operazioni militari diverse dalla Guerra .

Il rapporto FAS del 1997 descrive che gli Stati Uniti hanno sviluppato un’arma basata su questi principi. Il 16 luglio 2002, ABC News ha annunciato in un articolo dal titolo: Sonic Bullets Acoustic Weapon of the Future , che l’esercito americano ha sviluppato un cannone acustico. “Questa nuova tecnologia,” hanno dichiarato, “è probabile che sia in grado di influenzare quasi ogni aspetto della nostra vita, fino a che punto possiamo solo provare a immaginarlo”.